ETP da record a febbraio: flussi per 131,7 miliardi di dollari

Superato il precedente dato di novembre 2020 pari a 126,5 miliardi, gli afflussi sono stati guidati dai prodotti azionari. I numeri del BlackRock ETP Landscape Report
12/03/2021 | Daniele Riosa

Nuovo record mensile degli ETP. E’ quanto emerge dal BlackRock ETP Landscape Report che illustra i trend dei flussi a livello globale registrati nel mese di febbraio 2021, unitamente alle evidenze dell’industria a livello EMEA registrate la scorsa settimana. A febbraio, infatti, i flussi di ETP a livello globale sono stati pari a 131,7 miliardi di dollari, superando il precedente record di novembre 2020 (126,5 miliardi di dollari). In linea con quanto osservato a novembre, gli afflussi sono stati guidati dagli ETP azionari (108,1 miliardi di dollari) e sul reddito fisso (19,4 miliardi di dollari), mentre le materie prime hanno registrato deflussi (-2,5 miliardi di dollari), soprattutto dall'oro.

A febbraio gli investitori hanno utilizzato la volatilità del mercato guidata dai tassi come un'opportunità per aumentare il rischio, con la seconda migliore raccolta mensile di sempre per l‘azionario USA (61,7 miliardi di dollari), in significativa progressione rispetto ai flussi di gennaio, pari a 3,5 miliardi di dollari, e appena sotto il record di novembre 2020 di 65 miliardi di dollari. In questo mese da record per i flussi, gli investitori hanno mostrato un approccio barbell ai settoriali e fuoriuscite dal credito.

Andamento mercato EMEA - Temi chiave registrati la scorsa settimana (25 febbraio - 3 marzo):

La raccolta totale degli ETP UCITS dell’area EMEA si è attestata in linea con quella della settimana precedente, con 3,1 miliardi di dollari di flussi netti. Tuttavia, l’approccio di asset allocation è stato molto diverso: afflussi sull’azionario per 5,5 miliardi di dollari, mentre le materie prime e il reddito fisso hanno registrato deflussi rispettivamente di 622 milioni di dollari e 1,8 miliardi di dollari.

1. Flussi azionari: impennata per l’azionario dei mercati sviluppati, con l'azionario europeo che raggiunge il massimo delle ultime 12 settimane. Flussi sull’asset class pari a 4,6 miliardi di dollari, guidati dalle esposizioni europee (1,7 miliardi di dollari) e azionario globali (1,7 miliardi di dollari).

2. Settoriali e tematici: flussi record per il settore finanziario in linea con la rotazione ciclica, con una raccolta di 527 milioni di dollari suddivisa tra esposizioni statunitensi ed europee. Da inizio anno sono stati registrati afflussi superiori a 2,2 miliardi di dollari per il settore finanziario, con record a febbraio sia per gli ETP europei UCITS (1,2 miliardi di dollari) sia per quelli globali (9,3 miliardi di dollari). I flussi su esposizioni tematiche sono stati più contenuti rispetto alle settimane precedenti (173 milioni di dollari), con acquisti distribuiti su diverse esposizioni.

3. Strategie azionarie: aumento della domanda di strategie “value”, tra esposizioni europee e globali. I forti afflussi sui fattoriali “value” (246 milioni di dollari) sono stati compensati dai deflussi sui low volatility (-129 milioni di dollari) e “quality” (-147 milioni di dollari) tra le diverse esposizioni geografiche.

4. Materie prime: nonostante i forti deflussi dall'oro, si registra una domanda crescente per le materie prime in generale, alla luce della ricerca da parte degli investitori di protezioni da possibili pressioni inflazionistiche.

5. Reddito fisso: deflussi guidati dall’investment grade e dai mercati emergenti in valuta forte, mentre l'inflazione vede flussi positivi. Nonostante segni di resilienza nelle ultime settimane, i flussi netti verso il debito dei mercati emergenti sono ancora negativi ( -448 milioni di dollari), trainati da fuoriuscite dal debito in valuta forte (-456 milioni di dollari). Per quanto riguarda le obbligazioni governative, dopo i continui deflussi da inizio anno, i nominali sono tornati in positivo, con 82 milioni di dollari di acquisti netti la scorsa settimana.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.