LGIM lancia un ETF sui pagamenti digitali

La strategia d’investimento si concentra sul potenziale di crescita delle tecnologie per i pagamenti digitali e sulla transizione globale verso un’economia cashless
28/05/2021 | Lorenza Roma

Legal & General Investment Management (LGIM) lancia il L&G Digital Payments UCITS ETF, che offre agli investitori esposizione verso il consistente potenziale di crescita delle tecnologie per i pagamenti digitali, derivanti da una transizione globale verso un’economia cashless. Valutato 58 miliardi di dollari americani nel 2020, si prevede che il mercato globale dei pagamenti digitali crescerà ad un tasso di crescita annuo composto del 19,4% tra il 2021 e il 2028. L’L&G Digital Payments UCITS ETF fornisce esposizione tematica a questo potenziale di crescita, investendo in acquirer ed emittenti di carte di pagamento, in gateway e processori, in fornitori di tecnologia e servizi di pagamento cardless.

 

Il nuovo fondo investe in società con una capitalizzazione del flottante minima di 200 milioni di dollari americani e un volume medio giornaliero di scambi su base trimestrale minimo di un milione di dollari, selezionate da un universo dinamico di oltre 150 imprese operanti nella value chain dei pagamenti digitali e valorizzando anche l’esperienza della società di ricerca e consulenza Payments Cards & Mobile. Le realtà dell’universo investibile sono quotate primariamente in mercati sviluppati, Corea del Sud e/o Taiwan. Infine, una revisione mensile assicurerà che se una qualsiasi impresa rappresenterà oltre il 15% dell’intero portafoglio, allora l’ETF sarà ribilanciato, tornando a dare a tutte lo stesso peso.

 

Il lancio dell’ETF sottolinea il ruolo importante della tecnologia digitale nell’ampliare l’inclusione finanziaria globale, promuovendo anche molti degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU (Sustainable Development Goals, SDG), tra cui la crescita del settore, dell’innovazione e delle infrastrutture, della dignità del lavoro e dell’economia, sviluppando al contempo anche città e comunità sostenibili. Secondo quanto affermato dalle Nazioni Unite, i servizi finanziari digitali, come i pagamenti digitali, possono aiutare ad accrescere i risparmi delle famiglie, a far fronte agli shock economici e a proteggere gli asset dai rischi; inoltre, consentono ai trasferimenti da parte delle amministrazioni pubbliche, agli stipendi o alle pensioni di raggiungere più efficientemente coloro che ne hanno più bisogno. Infine, aiutano i piccoli commercianti ad accrescere i loro ricavi e fungono da carburante per modelli di business che aumentano l’accesso a servizi finanziari a basso costo, raggiungendo potenzialmente 1,6 miliardi di persone in più.

 

Howie Li, head of ETFs di LGIM, ha dichiarato: “La rivoluzione dei pagamenti digitali offre consistenti potenzialità di crescita, sostenute da dinamiche secolari di lungo periodo, tra cui uno spostamento globale verso l’e-commerce, una maggiore diffusione di smartphone nei mercati emergenti e lo sviluppo di sistemi di pagamento online sicuri. Investire in questo tema può dare agli investitori l’opportunità di contribuire all’inclusione finanziaria globale, dato che è nostra intenzione allinearci con gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’ONU.” Giancarlo Sandrin, country head Italy di LGIM ha aggiunto: “Stiamo registrando una domanda elevata da parte degli investitori per avere esposizione verso quei trend strutturali di lungo periodo che stanno cambiando il mondo in cui viviamo. Il lancio dell’L&G Digital Payments UCITS ETF amplia la nostra gamma di fondi tematici, che stanno ottenendo notevole successo, consentendo ai nostri clienti di accedere alle opportunità di crescita dell’economia cashless attraverso un prodotto dalla liquidità molto elevata.”

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.