ETP, 100 miliardi verso i sostenibili

E' uno dei keypoint che emerge dall'ultimo BlackRock ETP Landscape Report che evidenzia come la raccolta globale è stata pari a 82,4 miliardi
11/10/2021 | Marcella Persola

Sono stati i mercati emergenti a guidare la crescita dei flussi degli ETP nel nono mese dell’anno. A settembre la raccolta globale degli ETF è stata pari a 82,4 miliardi di dollari, in leggero calo rispetto ai 96,5 miliardi del mese precedente. E' questa la fotografia che emerge dal BlackRock ETP Landscape Report. 

 

Nello specifico i flussi azionari dei mercati emergenti (EM) sono stati pari a 8,9 miliardi, un tale dato non si registrava da marzo. La ripresa degli EM si è affiancata a un calo dei flussi azionari statunitensi a 28,2 miliardi di dollari (rispetto ai 48,5 miliardi di dollari di agosto) e ad una significativa contrazione dell'azionario europeo, che ha segnato il livello più basso da ottobre 2020, ultimo mese in cui si sono registrati deflussi netti per questa esposizione.

 

Guardando più attentamente all'azionario emergente, osserviamo che quasi la metà dei flussi hanno riguardato ETP azionari EM quotati negli Stati Uniti, che hanno rappresentato la maggior parte dei flussi sull’asset class da inizio anno, mentre i flussi degli ETP quotati nell’area EMEA hanno raccolto 1,2 miliardi di dollari. In linea con la tendenza dominante registrata durante l'estate, i flussi degli ETP EM sono stati fortemente focalizzati sulle singole esposizioni (6,1 miliardi di dollari), in particolare verso la Cina.

 

  

Continua la raccolta sul credito anche nel mese di settembre, con 2,4 miliardi di dollari di nuovi flussi per le esposizioni investment grade (IG) e 1,7 miliardi di dollari e per quelle high yield (HY). L’high yield ha registrato i maggiori afflussi da aprile (3,0 miliardi di dollari), mentre il ritmo degli acquisti su IG è sceso rispetto ai 6,4 miliardi di dollari del mese di agosto.

Il calo complessivo dei flussi IG cela una ripresa dei flussi degli ETP quotati in EMEA, pari a 2,5 miliardi di dollari - il livello più alto da febbraio - rispetto a un sentiment indebolito verso le esposizioni quotate negli Stati Uniti che ha determinato la flessione. Gli acquisti di strumenti quotati nell’area EMEA hanno continuato per il secondo mese consecutivo a rappresentare la maggior parte degli afflussi degli ETP HY globali (1,4 miliardi nel mese di settembre).

Una menzione speciale va ancora una volta all’obbligazionario inflation-linked, che si conferma tra le esposizioni più apprezzate da maggio 2020, con 3,5 miliardi di dollari di afflussi anche nel mese di settembre. I flussi sui tassi - che erano stati altrettanto costanti fino a settembre - sono scesi a 2,7 miliardi di dollari rispetto ai 5,3 miliardi di dollari del mese di agosto.

 

Altro dato di assoluta rilevanza è l’aspetto sostenibilità. Nonostante il leggero calo a 6,4 miliardi di dollari nel mese di settembre (rispetto agli 8 miliardi di dollari del mese di agosto), gli afflussi globali da inizio anno degli ETP sostenibili hanno superato i 100 miliardi di dollari.

 

A livello europeo, il rallentamento dei flussi è stato più sensibile nelle strategie ESG best-in-class e screened. Le strategie “clean energy” hanno registrato il primo mese di deflusso del 2021 (-38 milioni di dollari). Nonostante la flessione mese su mese, le varianti ESG best-in-class (2,0 miliardi di dollari) hanno continuato a dominare la raccolta degli ETP ESG quotati in Europa. Anche le strategie azionarie statunitensi con un'inclinazione ESG hanno registrato afflussi per 0,3 miliardi di dollari nel mese di settembre, mentre le strategie EM screened hanno registrato entrate per 0,2 miliardi di dollari.

 

Scomponendo gli afflussi di 2,5 miliardi di dollari di settembre, si conferma il calo degli afflussi nelle strategie ESG ottimizzate: sebbene in aumento rispetto ai 915 milioni di dollari del mese precedente, i 987 milioni di dollari di settembre restano a livelli inferiori rispetto a quelli registrati prima di agosto. Le strategie screened hanno mantenuto lo slancio di agosto, registrando un dato quasi simile anche nel mese di settembre (0,4 miliardi di dollari), ancora di poco al di sotto del record mensile di 0,5 miliardi di dollari registrato a febbraio.

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.