Azioni: i consulenti (ex-promotori) fanno rotta sull’Eurozona

È quanto emerge da Advisor Insider ottobre - novembre 2015, il sondaggio online trimestrale che ha coinvolto lo scorso mese 273 consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) iscritti ad AdvisorProfessional. Ecco i risultati
10/12/2015 | Massimo Morici

In attesa dell’imminente rialzo dei tassi negli USA da parte della Fed la parola d’ordine è prudenza. Se si vuole assumere un po’ di rischio, è meglio farlo in Europa, soprattutto sull’azionario, mentre tornano di moda le strategie alternative per cer- care di non farsi sorprendere dalla volatilità. È quanto emerge da Advisor Insider ottobre - novembre 2015, che rielabora i dati di PF Future Allocation, il sondaggio online trimestrale che ha coinvolto lo scorso mese 273 consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) iscritti ad Advisor Professional, la business commu- nity di OFC che conta oltre 10.000 pf iscritti ad APF. Ecco i risultati.

A ottobre e novembre la percentuale in liquidità e altri prodotti rimane al 15% (era il 13% a inizio anno), mentre i prodotti multi-asset restano attorno al 30%. Tra i fondi obbligazionari rimane inalterata la percentuale dei consulenti (ex-promotori) che intende ridurre l’esposizione del portafoglio ai prodotti obbligazionari governativi (66% contro il 69% di luglio - agosto), dati i bassi rendimenti. Rispetto al sondaggio di questa estate aumenta il sentiment negativo sui fondi obbligazionari emergenti, mentre cresce l’appeal per le obbligazioni ad alto rendimento. Sul fronte azionario, l’Europa a ottobre e novembre la percentuale è salita all’85%. Cautela sull’azionario USA e, soprattutto, sugli emergenti.

Prudenza anche verso i prodotti multi-asset (flessibili e bilanciati): il 47% intende aumentare l’allocazione in fondi multi-asset moderati (era il 63% in estate) e il 36% in multi-asset prudenti. Il 42% dei partecipanti punta sui fondi absolute return. Il sondaggio è stato condotto dal 15 ottobre al 15 novembre. Hanno partecipato 273 consulenti finanziari (ex-promotori finanziari), il 63% dei quali con un’anzianità di iscrizione all’albo superiore a 5 anni, mentre oltre il 10% ricopre un ruolo di coordinamento (supervisore, regional manager, area manager, district manager o group manager).

LEGGI I RISULTATI IN DETTAGLIO: SCARICA ADVISOR INSIDER OTTOBRE - NOVEMBRE

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.