FTSE Russell lancia 6 indici compatibili coi PIR

I nuovi indici hanno il focus sulle pmi ma ci sarà spazio anche per le large cap
19/06/2017 | Massimo Morici

Ftse Russell, la società del gruppo Lse che calcola i principali indici di Borsa Italiana e Mts, ha presentato oggi sei nuovi indici compatibili coi Piani individuali di risparmio (PIR) introdotti a dicembre 2016. Il focus è su società italiane a piccola e media capitalizzazione, ma ci sarà spazio per le large cap. I nuovi segmenti si chiamano: Ftse Italia Pir Pmi All e Ftse Italia Pir Mid Small Cap (indicatori delle azioni idonee ai Pir quotate sui mercati di Borsa Italiana), Ftse Italia Pir Pmi Plus e Ftse Italia Pir Star (concentrati sulle principali Pmi per dimensioni e liquidità nei rispettivi segmenti), Ftse Italia Pir Benchmark e Ftse Italia Pie Benchmark Star (benchmark di portafogli costruiti partendo dall'insieme di azioni quotate sull'Mta idonee all'inclusione in conti Pir, sia Pmi che blue chips).

Le azioni negoziate sono 217, mentre l'aggiunta dei sei nuovi indici porta a 24 il totale dei "prodotti" di Ftse Russell.Quattro indici su sei sono stati già attivati (Ftse Italia Pir Pmi Plus, Ftse Italia Pir Star, Ftse Italia Pir Benchmark, Ftse Italia Pir Mid Small Cap), mentre gli ultimi due (Ftse Italia Pir Pmi All e Ftse Italia Pir Benchmark Star) prenderanno il via martedì 20 giugno. "Abbiamo risposto a tre richieste diverse - ha detto Filippa - e ci hanno chiesto indici che aggregassero tutte le mid e small cap idonee ai PIR, indici selezionati delle principali mid-small cap per dimensione e liquidità, indici più generali che includessero i titoli Pir compliant di blue chips e Pmi" ha detto Luca Filippa, responsabile Sud Europa di Ftse Russell. 

I Pir, introdotti dal governo italiano nel 2016, ha messo a segno un esordio oltre le aspettative con stime di raccolta fino ai 10 miliardi di euro entro l'anno in corso. Secondo alcune previsioni, citate oggi anche da Ftse Russell, lo strumento potrebbe raccogliere un totale di 16 miliardi di euro nei prossimi cinque anni.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.