Debutta il PIR firmato JP Morgan AM

Si tratta di un comparto bilanciato composto per il 50% da titoli azionari e per il 50% da titoli obbligazionari. Con un profilo di rischio aggressivo, classificato con un livello 5
01/08/2017 | Redazione Advisor

Cresce ulteriormente la gamma dei PIR. L'ultima società ad annunciare il lancio di un fondo che rispetta le regole di Piani Individuali di Risparmio è JP Morgan Asset Management che presenta "un nuovo prodotto progettato ad hoc per il mercato italiano, disponibile sia con classi ad accumulazione che con classi a distribuzione trimestrale dei dividendi": JP Morgan Funds - Multi Asset Italy PIR Fund. 

 

"Si tratta di un comparto bilanciato composto per il 50% da titoli azionari e per il 50% da titoli obbligazionari" si legge nella nota diffusa dalla società che dichiara, in linea con la normativa, un portafoglio investito per il 70% in titoli azionari e di debito emessi da società con sede in Italia o in uno stato membro dell’UE ma con una stabile organizzazione in Italia. E di questi, almeno il 30% è investito in azioni o obbligazioni emesse da società che non fanno parte dell’indice FTSE MIB. Il restante 30% degli attivi è investito in titoli obbligazionari globali. Il nuovo comparto ha un profilo di rischio aggressivo, classificato con un livello 5.

 

“I PIR rappresentano una nuova ed interessante opportunità non solo per i piccoli investitori, ma anche per l’industria del risparmio gestito. Per questa ragione abbiamo sviluppato e costruito un prodotto completamente nuovo, studiato proprio per rispondere alle esigenze del mercato italiano, non limitandoci ad adattare la strategia di investimento di un fondo già esistente. Con questo nuovo prodotto intendiamo mettere a disposizione degli investitori la nostra eccellente e comprovata esperienza negli investimenti in small e mid cap italiane ed europee” commenta Lorenzo Alfieri (nella foto), country head per l’Italia di JP Morgan Asset Management.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.