Gestione attiva: ancora opportunità nonostante i deflussi

Il report di Cerulli Associates analizza quali gestori patrimoniali sul mercato USA stanno aggiungendo flussi netti positivi nonostante il netto negativo complessivo
30/06/2020 | Greta Bisello

I numeri non lasciano spazio a interpretazioni. Alla fine di maggio le attività azionarie totali negli Stati Uniti hanno subito un calo del 9,1% rispetto alla fine del 2019. Gli attivi hanno subito il calo più considerevole pari al 10% rispetto ai passivi che si sono fermati al 7,3% dalla fine dello scorso anno. Lo evidenzia un recente report firmato Cerulli Associates. I delussi continuano ad andare su due strade diverse, gli attivi lasciano sul campo 144 miliardi di dollari mentre i passivi hanno toccato i 15,7 miliardi di dollari.

 

Eppure, nonostante questa fotografia, le opportunità per la gestione attiva non mancano. I primi 15 gestori di fondi comuni attivi hanno accumulato 36,4 miliardi di dollari di flussi netti nel periodo tra gennaio e maggio.  per gli attivi, con i primi 15 raccoglitori di flussi di fondi comuni azionari attivi che accumulano $ 36,4 miliardi di flussi netti da gennaio a maggio.  Insomma agli investitori continua a piacere l'azionario attivo. 

 

Il report inoltre sottolinea che la crescita del comparto ETF che ha superato i fondi comuni per il secondo mese consecutivo, salendo del 4,7% a maggio contro il 3,9% dei fondi comuni. 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.