Credit Suisse e Copernicus AM, nasce un fondo PIR compliant

Il Credit Suisse (Lux) Copernicus Italy Equity Fund, è una soluzione d’investimento completa in azioni italiane, conforme alla normativa PIR
20/07/2020 | Lorenza Roma

Credit Suisse e Copernicus Asset Management lanciano il Credit Suisse (Lux) Copernicus Italy Equity Fundnato dalla fusione di due precedenti fondi. Il nuovo prodotto offre ancora maggiori opportunità di diversificazione e amplia l’opportunità di investimento sul mercato azionario italiano ed è PIR compliant. Per anni, Credit Suisse (Italy) S.p.A., Milano, ha gestito con successo un fondo azionario di large cap italiane, acquisendo notevole esperienza e abilità nel riconoscere le opportunità di momentum offerte dal mercato. Copernicus Asset Management SA, Lugano (Svizzera), si è rivelata altrettanto brillante nella gestione di un fondo specializzato sulle small e mid cap italiane (PMI), che spesso operano in mercati di nicchia in rapida crescita e hanno un potenziale di rendimento superiore alla media. Adesso questi due fondi sono stati fusi. Essi coprono insieme l’intero mercato azionario italiano. Inoltre, si integrano a vicenda, offrendo agli investitori la possibilità di investire in uno spettro più ampio di società italiane offrendo una ulteriore possibilità di diversificazione. L’intero fondo è altresì idoneo al piano d’investimento italiano PIR, che è rivolto alle PMI quotate e ricompensa gli investitori con un’esenzione fiscale a condizione che gli investimenti in PMI vengano mantenuti per almeno cinque anni.

 

Il team di gestione del nuovo fondo è composto dai gestori precedenti, che continuano a occuparsi del segmento in cui sono specializzati. Insieme decidono in merito all’asset allocation complessiva. Alberto Mari, gestore del segmento large cap del portafoglio, ha dichiarato: “Con l’integrazione dei due fondi gli investitori hanno l’opportunità di investire in Italia in un modo nuovo, che include sia la qualità globale delle sue blue chip, sia il dinamismo delle PMI.” Marco Boldrin, che gestisce il segmento PMI, ha aggiunto: “Le PMI italiane sono ancora un segmento interessante, un gestore attivo di comprovata esperienza può apportare valore in questo segmento.”

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.