avatar

27/10/2020

Fondo Italiano, sostenibilità in linea con i principi ONU

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • Dal report presentato si legge che è stata ridotta del 21% la quantità di emissioni di tCO2e e del 30% quella del consumo di energia (GJ) per dipendente della SGR
La News

Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione di Fondo Italiano d’Investimento SGR (“FII SGR” o “Fondo Italiano”), presieduto da Andrea Montanino e guidato dall’amministratore delegato Antonio Pace.

Nel corso della riunione è stato presentato il secondo Report di Sostenibilità, dedicato a sintetizzare l’approccio di Fondo Italiano verso la sostenibilità economico-finanziaria, ambientale e sociale. Il report mette in luce come l’implementazione delle politiche adottate per la gestione dei processi operativi interni e del portafoglio di investimento sia in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

“La crescente attenzione alla sostenibilità, ribadita anche dalle linee guida per il Recovery Plan europeo, rappresenta uno dei pilastri fondanti del modello di crescita post pandemia, e Fondo Italiano intende essere un attore protagonista”, ha affermato Andrea Montanino, presidente di Fondo Italiano d’Investimento SGR.

“Come sottolineato con il nuovo Piano Industriale “Forward 2023”, la sostenibilità è tra i principali obiettivi della nostra azione, rafforzando ulteriorrmente il senso di responsabilità che da 10 anni ci lega all’Italia e alle imprese eccellenti italiane”, ha affermato Antonio Pace, amministratore delegato di Fondo Italiano d’Investimento SGR. Nel Report sono evidenziati i principali risultati raggiunti dalla SGR nel corso del 2019 in termini di sostenibilità, come ad esempio:
• la riduzione del 21% di emissioni di tCO2e e del 30% di consumo di energia (GJ) per dipendente della SGR;
• una presenza femminile pari al 45% all’interno del CdA e al 40% tra i dipendenti della SGR;
• il supporto all’occupazione delle piccole e medie imprese italiane, con un incremento annuo di oltre 5.000 occupati nelle circa 500 imprese in cui Fondo Italiano ha investito direttamente e indirettamente e che realizzano un fatturato complessivo pari a circa 27 miliardi di euro;
• l’adozione da parte di oltre il 50% degli Asset Manager terzi di una Politica di Investimento Responsabile, aumentata sensibilmente rispetto all’anno precedente anche grazie all’azione di Fondo Italiano.

Ancora, il rapporto presenta le principali iniziative poste in essere dalla SGR e dalle sue partecipate a sostegno della collettività. Tra queste, il contributo offerto da FII e i suoi dipendenti per fronteggiare l’emergenza Covid-19, concretizzatosi nel sostegno all’acquisto di apparecchiature per l’Ospedale di Rho e per l’Ospedale Sacco. Tra i casi virtuosi, si segnala anche la creazione, in tempi record, da parte di SECO SpA, partecipata dal Fondo Italiano Tecnologia e Crescita – FITEC, insieme a IBD Srl, dell’innovativo ventilatore polmonare portatile non invasivo “Biorespira”.

Infine, FII SGR ha ottenuto un importante riconoscimento dall’organizzazione UN PRI per la politica di investimento responsabile adottata, ricevendo lo score più elevato A+ negli ambiti Strategia, Governance ed Investimento Diretto e lo score A nell’ambito dell’Investimento Indiretto. UN PRI è un’istituzione internazionale promossa dalle Nazioni Unite al fine di favorire la diffusione dell’investimento sostenibile e responsabile tra gli investitori istituzionali. Il Report di Sostenibilità 2019 di Fondo Italiano è disponibile, in versione integrale, sul sito della SGR nell’area deidcata alla sosteniibilità.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: