Nuveen amplia la gamma Impact Bond

Al via un nuovo fondo art. 9 che investe nei mercati del reddito fisso globali e utilizza il processo per la selezione degli investimenti ESG/Impact sviluppato nel 2007 da Stephen Liberatore.
31/05/2021 | Redazione Advisor

“La pandemia globale ha messo in evidenza la necessità di affrontare in modo deciso le questioni sociali e ambientali. In risposta stiamo vedendo crescere la domanda da parte dei nostri clienti di soluzioni d'investimento in grado di offrire sia rendimenti che un impatto tangibile. Possiamo avere un reale impatto positivo puntando su aree quali gli alloggi a prezzi accessibili e lo sviluppo delle comunità, investendo in una gamma di settori pubblici a reddito fisso, i cui proventi possono essere legati a specifici progetti o iniziative, o utilizzati per sovvenzionare enti impegnati in questa direzione. Questo nostro approccio attrae i clienti a livello globale, che stanno cercando di utilizzare i loro investimenti per produrre risultati concreti”. Con queste parole Sergio Trezzi (nella foto), managing director di Nuveen, società attiva negli investimenti a livello globale, con 1,2 trilioni di dollari di asset under management, annuncia il lancio del nuovo fondo Global Core Impact Bond (art 9 della normativa SFDR).

 

Il fondo, conforme alla direttiva UCITS, offre un portafoglio obbligazionario globale multi-valuta a gestione attiva, che investe nei mercati del reddito fisso globali e utilizza il processo per la selezione degli investimenti ESG/Impact sviluppato nel 2007 da Stephen Liberatore, Head dell’area ESG/Impact – Global Fixed Income di Nuveen. Come nel caso dei fondi già esistenti, Short Duration Impact Bond e US Core Impact Bond, già disponibili da 3 anni nella Sicav, il fondo Global Core Impact Bond investirà in emittenti e in titoli che offrano standard elevati dal punto di vista dei criteri ESG e che siano in grado di garantire un impatto ambientale o sociale diretto e misurabile.

 

Il fondo sarà cogestito da Stephen Liberatore, Anupam Damani, Head of International and Emerging Markets Debt, e Jessica Zarzycki, co-portfolio manager dei mandati ESG/Impact obbligazionari già attivi. Commentando il lancio del fondo, il portfolio manager Stephen Liberatore ha dichiarato: “Sono necessari investimenti importanti per far fronte ad alcuni dei temi cruciali che la nostra società deve affrontare, quali il cambiamento climatico, la disuguaglianza a livello globale e la carenza cronica di alloggi in tutto il mondo. Vi è tuttavia la percezione – in realtà errata – che gli obiettivi in grado di avere un impatto positivo richiedano un sacrificio in termini di performance o possano essere perseguiti solo attraverso strategie private. Siamo invece fermamente convinti che i mercati pubblici, e in particolare la quota del reddito fisso, date le dimensioni, possano offrire interessanti rendimenti ponderati rispetto al rischio per gli investitori, e garantire al contempo un impatto sociale e ambientale misurabile”.

 

La strategia del nuovo fondo sfrutta l’impact framework sviluppato da Nuveen nel settore del reddito fisso, che prevede un utilizzo trasparente dei ricavi e la pubblicazione annuale di risultati misurabili, a garanzia di un impatto positivo. Il fondo investirà sui seguenti segmenti impact: alloggi a prezzi accessibili; sviluppo economico e sviluppo delle comunità; energie rinnovabili e cambiamento climatico; risorse naturali. Il fondo può allocare fino al 40% sui mercati emergenti e il 15% in titoli ad alto rendimento, a discrezione dei gestori.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.