avatar

30/11/2021

Real Estate, gli investitori del lusso guardano alla provincia

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • Secondo il Global Luxury Report di Berkshire Hathaway HomeServices, i top spender sono alla ricerca di tranquillità e prediligono le zone periferiche a scapito delle aree metropolitane
La News

Per decenni, la vicinanza al luogo di lavoro, i servizi dei grandi centri abitati e il collegamento con le principali infrastrutture di trasporto hanno costituito uno degli elementi più importanti per scegliere dove acquistare casa.

La pandemia ha inevitabilmente modificato queste regole in tutta Europa, mostrando una nuova domanda per gli abitanti delle città ora interessati a rifugiarsi in sobborghi più tranquilli: in Gran Bretagna, Londra è stata superata dalla costa della Cornovaglia, ma anche dalle “contee tradizionali” - Essex, Hertfordshire, Kent, Middlesex, Surrey - a un paio d’ore dalla capitale; mentre in Portogallo, l’Argarve sta diventano la destinazione di punta dei top spender.

Anche in Italia si registra lo stesso trend: la zona dei Colli Piacentini con la Val Tidone entra nell’area di influenza di Milano, affascinando imprenditori del calibro della famiglia di stilisti Etro ed economisti quali Jody Vender e Guido Rossi, mentre l’area dei Laghi - Como, Maggiore e Garda – rimane in cima alla lista delle location preferite dagli investitori internazionali.

Questi i dati emersi dal Global Luxury Report di Berkshire Hathaway HomeServices che evidenziano come i compratori del lusso siano alla ricerca della tranquillità fuori porta, con ampie metrature, grandi terrazzi, spazi verdi curati e privacy. Ma il tutto deve essere anche esteticamente piacevole e dotato di ogni comfort per rispondere alle nuove richieste di manager e imprenditori che scelgono di investire e vivere in provincia. Due gli stili più apprezzati e in linea con i trend del momento: il Biophilic e il Cottagecore, di cui è possibile trovare numerosi esempi nell’area dei Colli Piacentini e in particolare nella zona della Val Tidone.

La pandemia ha fatto riscoprire la bellezza della natura e la necessità di interagire con essa. Il Biophilic design è uno stile architettonico innovativo che ripensa e progetta gli ambienti in maniera sostenibile, esaltando la luce con pareti opache che permettono di illuminare tutte le stanze della casa, utilizzando materiali locali e naturali più sostenibili e, soprattutto, integrando negli spazi interni ed esterni la vegetazione. Questo stile prende il nome dalla biofilia, termine che risale al 1864 quando Erich Fromm, psicoanalista tedesco della Scuola di Francoforte, lo utilizzò per la prima volta per descrivere l’innata attrazione umana verso ciò che è riconducibile alla sfera naturale, il termine infatti significa letteralmente “che ama la vita”.

Il secondo trend è quello del Cottagecore, noto anche come Farmcore o Countrycore. Uno stile romantico diffuso già dal 2010, con un’estetica precisa che richiama una vita semplice e bucolica a contatto con la natura. Le abitazioni si ispirano all’estetica dei cottage delle campagne inglesi: caminetti, pietra naturale e mobili antichi di pregio. Un prepotente ritorno alla vita campestre che ha influenzato soprattutto le scelte di acquisto delle fasce più giovani.

“La pandemia ha cambiato i desiderata dei grandi imprenditori milanesi che optano per dimore importanti a un passo dalle grandi città. Tra tutte spicca la zona delle colline piacentine, i cui paesaggi ricordano la Toscana, ma senza le grandi folle e a solo 45 minuti da Milano”, commenta Marcus Benussi, managing partner & general counsel di Berkshire Hathaway HomeServices – MAGGI Properties. “In particolare, la Val Tidone ha fatto innamorare vip e intellettuali italiani, con i suoi castelli, gli ottimi vini, l’eccellente cucina locale e l’invidiabile posizione. Un paradiso bucolico in cui la privacy è assicurata in grado di garantire una vasta gamma di offerte, dai rustici da ristrutturare, alle tenute, ai castelli con piscine, eliporti e vigneti”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: