avatar

27/06/2018

Italia-Francia, confronto aperto anche sul private debt

Highlights
  • L'analisi dell'andamento del settore nei due paesi conferma l'ampia potenzialità di questo mercato nel nostro Paese.
La News

In Italia il mercato del private debt ha ampie possibilità di crescita. Ha compiuto i primi passi ma la strada da percorrere è lunga e promettente. La conferma arriva dal confronto tra l'andamento del settore italiano con quello francese. Secondo i dati presentati da France Invest (Associazione Francese del Private Equity e Venture Capital) e analizzati da AIFI, dal 2012 al 2017 i 15 fondi francesi esaminati hanno complessivamente raccolto 10,7 miliardi di euro, contro gli 1,7 miliardi registrati invece dai fondi nostrani. Non solo. Nel 2017, in Francia, 5 fondi hanno raccolto 2,3 miliardi, contro i 292 milioni raccolti da 6 fondi in Italia.

 

"Con riferimento all’attività di investimento, nel periodo 2016-2017 in Francia sono stati investiti 5,6 miliardi di euro (3 nel 2017) in 161 operazioni (88 nel 2017). In Italia, nello stesso periodo, l’ammontare investito è stato pari a 1,1 miliardi (0,6 miliardi nel 2017), distribuito su 188 investimenti (104 nel 2017)" spiega in una nota AIFI che ricorda che per il mercato francese, a differenza di quanto avviene in Italia, dove la maggior parte delle operazioni ha come obiettivo lo sviluppo delle imprese, sono state mappate prevalentemente operazioni di debito per gli LBO. 

 

Questa categoria ha rappresentato nel 2017 il 59% in termini di numero e il 69% in termini di ammontare. Infine, a testimonianza del legame tra private equity e private debt, il 72% delle operazioni mappate nell’analisi francese nel 2017 ha riguardato imprese già oggetto di investimento da parte di operatori di private equity.

 

 

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: