avatar

30/04/2021

Prelios, un 2020 col vento in poppa

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • Ricavi consolidati pari a 241 milioni di euro, rispetto a 161 milioni nel 2019. Asset under management (NPE e Investment Management) a 38 milioni
La News

Prelios S.p.A. (“Prelios”, la “Società” o il “Gruppo”), uno dei maggiori player a livello europeo nei settori dell’alternative asset management e dei servizi real estate ad alto valore aggiunto, ha reso noti oggi i risultati per l’esercizio 2020, che per il terzo anno registrano il costante miglioramento di tutti gli indicatori economici e finanziari.

Tra i risultati 2020 si evidenziano:

Ricavi consolidati pari a 241 milioni di euro, rispetto a 161 milioni nel 2019, con un CAGR del +54% per il periodo 2018-2020;
Un EBITDA consolidato ex NRI pari a 106 milioni, superiore ai 44 milioni del 2019 e anche alle attese pre-Covid 2020, con un CAGR del +145% per il periodo 2018-2020;
Un EBITDA margin consolidato pari al 44%, che pone Prelios tra i top performer di categoria, con un miglioramento rilevante rispetto al 2019 (EBITDA margin del 27%);
Un risultato netto consolidato pari a 69 milioni, rispetto a una perdita dello 0,6 milioni nel 2019, a dimostrazione della consolidata redditività del Gruppo;
Asset under management (NPE e Investment Management) a 38 milioni, con un CAGR del +14% per il periodo 2018-2020.

Prelios si presenta oggi come l’unico Alternative Asset Manager italiano dotato di una piattaforma integrata attiva in Credit Servicing, gestione di non-performing loan (NPL) e unlikely to pay (UTP), ovvero crediti sub-performing, Investment Management e Real Estate Services ad alto valore aggiunto. La Società copre l’intera catena del valore del settore real estate e della gestione del credito in ogni fase dei rispettivi cicli economici, operando in collaborazione con banche, investitori istituzionali nazionali e internazionali, società immobiliari ed enti pubblici.

A seguito di tre anni di crescita ininterrotta, Prelios rappresenta di gran lunga il più grande operatore privato nella gestione dei crediti UTP sul mercato italiano dei crediti in sofferenza, con asset under management per oltre 9 €/bln, più di 170 professionisti specializzati dedicati e una piattaforma informatica proprietaria, unica nel suo genere, customizzata per il servicing e la gestione di portfolio UTP.

Il ceo del Gruppo Prelios, Riccardo Serrini, ha così commentato: “In un anno di grandi sfide, il Gruppo Prelios ha proseguito nel proprio percorso di crescita con ulteriori miglioramenti in termini di performance nel 2020, posizionandosi come best performer sul mercato italiano degli NPE (non-performing exposures), il più importante a livello europeo. Alla nostra crescita hanno contribuito, in particolare, l’acquisizione di nuovi contratti a lungo termine, l’ottimizzazione della macchina operativa e l’utilizzo di economie di scala. Prelios ha dimostrato una resilienza unica su tutti gli indicatori economici e finanziari, con flussi di cassa stabili e prevedibili. La scelta strategica di sviluppare un modello di business ‘asset light’, basato su una piattaforma integrata e pienamente scalabile che impiega tecnologie avanzate, assicura a Prelios un posizionamento ottimale per cogliere le opportunità emergenti e proseguire il proprio percorso di crescita”. 

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: