avatar

29/11/2022

Per le micro-imprese nasce Smart Business Venture

Highlights
  • Alfioo Bardolla (ABTG) e Alessandro Rimassa (Talent Garden Innovation School) uniscono le forze per aiutare le piccolissime aziende ad esprimere al meglio le loro potenzialità, con un focus sulla digital transformation
La News

Secondo le ultime rilevazioni ISTAT, relative all’anno 2019, in Italia due anni fa erano attive quasi 4,4 milioni di imprese non agricole, con 17,4 milioni di addetti. Oltre il 60% delle imprese aveva al più un solo addetto (in genere ditte individuali con il titolare lavoratore indipendente), e un ulteriore terzo della popolazione erano microimprese tra i 2 e i 9 addetti; questi due segmenti insieme occupavano circa 7,5 milioni di addetti.

Uno scenario tipico del nostro Paese, il cui tessuto imprenditoriale è dunque composto per oltre il 90% da realtà di piccolissime dimensioni, che fatturano tra i 500 mila e i 2 milioni di euro all’anno. Aziende che, in molti casi, hanno voglia di crescere, di internazionalizzare e digitalizzare il proprio business, ma che faticano ad accedere alla liquidità e al know how necessari per farlo, perché banche e fondi di investimento finanziano prevalentemente le start up.

Da oggi, per queste realtà nasce Smart Business Venture, la prima operazione di venture italiana dedicata alle micro-imprese di qualsiasi settore, lanciata da Alfio Bardolla e dalla sua società ABTG, azienda leader in Europa di formazione finanziaria personale, quotata sul segmento AIM di Borsa Italiana, e da Alessandro Rimassa, esperto di education, future of work e digital transformation e fondatore di diverse società di formazione.Smart Business Venture offre alle micro-imprese la solidità di un gruppo quotato in Borsa e la grande esperienza dei due fondatori.

Il progetto prevede l’acquisizione, nell’immediato o con il tempo, del 51% delle società coinvolte, mantenendone alla guida l’imprenditore, a cui verrà fornito il supporto necessario per la crescita, costruendo insieme il suo piano di sviluppo. Un grande focus sarà sulla trasformazione e sull’automazione digitale, indispensabili per le micro-imprese che vogliono crescere e mantenersi competitive. Nell’ambito del progetto, inoltre, verrà fornito supporto sull’impostazione delle vendite e sulla gestione di tutti gli aspetti burocratici, legati ad esempio alla parte amministrativa e legale.

“Permettere alle persone di esprime al massimo le proprie potenzialità raggiungendo la Libertà Finanziaria è da sempre la mission della nostra società. Ora vogliamo estendere questo servizio anche a tutte le piccolissime imprese, eccellenze del tessuto imprenditoriale italiano, che potranno crescere e svilupparsi all’interno di un gruppo liquido e quotato in Borsa”, afferma Alfio Bardolla.

“Il nostro supporto alle micro-imprese sarà fortemente orientato all’innovazione digitale”, aggiunge Alessandro Rimassa. “Il digital, infatti, ha completamente ridisegnato il mondo in cui viviamo, facendo di concetti come cambiamento continuo, trasparenza, fiducia, velocità e innovazione i nuovi valori essenziali per affrontare le sfide contemporanee e asset fondamentali per qualsiasi azienda voglia crescere nell’attuale contesto competitivo”.

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: