Aegon AM, ulteriore passo per la transizione climatica

La società comunica di aver reindirizzato il suo fondo Aegon Short Dated Investment Grade Bond Fund da 490 milioni di sterline, orientandolo alla promozione della transizione verso un’economia globale a zero emissioni
05/09/2022 | Redazione Advisor

Aegon Asset Management, società di gestione degli investimenti di livello globale, comunica di aver reindirizzato il suo fondo Aegon Short Dated Investment Grade Bond Fund da 490 milioni di sterline, orientandolo alla promozione della transizione verso un’economia globale a zero emissioni. Come parte di questa evoluzione, il fondo è rientrato nell’articolo 8 del regolamento UE sulla divulgazione della finanza sostenibile (SFDR) e sarà ora denominato Aegon Global Short Dated Climate Transition Fund, per riflettere meglio il suo approccio agli investimenti e la sua filosofia di investimento responsabile.

Il fondo integra pienamente l’analisi proprietaria di Aegon AM sulla transizione climatica e le analisi ESG più ampie all’interno del suo portafoglio, avvalendosi dell’esperienza e della competenza dei 19 membri del team di Responsible Investment di Aegon AM, e dei 29 componenti del team di ricerca sul credito globale.  Lo scopo è di proporre una strategia obbligazionaria a brevi scadenze che sia semplice, liquida e trasparente, e che abbini considerazioni finanziare e climatiche con l’obiettivo di offrire un ritorno in liquidità pari a +1,25%, al lordo delle commissioni, su periodi consecutivi di tre anni, con una riduzione di almeno il 30% dell’intensità di carbonio rispetto al mercato del credito più ampio (come definito dall’indice BofAML Global Large Cap Corporate 1-5 anni).

Il fondo, svincolato dal benchmark, avrà un portafoglio core diversificato di obbligazioni investment grade con scadenza prevista inferiore a quattro anni, con un’esposizione massima consentita del 20% in obbligazioni callable o high yield. A gestirlo saranno Iain Buckle, Head of Credit UK di Aegon AM e Rory Sandilands, gestore fixed income: i due vantano oltre 20 anni di esperienza nei rispettivi settori.

Buckle sostiene: “L’evoluzione verso la qualifica di fondo conforme all’articolo 8 del regolamento SFDR ha reso opportuno anche un adeguamento del nome, affinché potesse riflettere meglio il nostro approccio e la filosofia di investimento responsabile. All’interno del fondo abbiamo un team molto preparato, con una forte esperienza nella gestione di strategie investment grade a scadenze brevi. Utilizziamo inoltre il nostro quadro di riferimento proprietario per la transizione climatica, insieme al nostro team specializzato in Responsible Investment, per ricercare e classificare gli emittenti in base al loro livello di allineamento con il progresso verso un’economia a zero emissioni”. Il fondo è disponibile per gli investitori wholesale e per quelli istituzionali.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.