avatar

12/07/2011

Consob: valuta lo stop allo short selling

di Massimo Morici

Highlights
  • Ma per molti osservatori le vere risposte dovranno venire da Roma e Bruxelles
La News

L'opzione estrema è solo una: lo stop allo short selling, imponendo un divieto totale sul modello tedesco. Anche perché i paletti introdotti, e validi fino al 9 settembre, sono serviti a poco. Anzi, la flessione di Piazza Affari ieri ha superato persino quella di venerdì, quando le vendite allo scoperto sono state effettuate senza vincoli.


La Consob infatti ha imposto al mercato la comunicazione delle operazioni di short selling al di sopra di una quantità significativa di titoli, ossia quando una posizione corta netta è uguale o superiore allo 0,2% del capitale dell'emittente. Da questa soglia in poi l'obbligo scatta per ogni variazione pari o superiore allo 0,1% del capitale. Norme che comunque ieri non hanno avuto l'effetto desiderato, tanto da alimentare i sospetti - confermati in parte dai primi riscontri della Commissione, come riporta MF - Milano Finanza - che la caduta sia stata guidata da motivi fondamentali (panic - selling) e non da fini meramente speculativi.


E quindi le vendite allo scoperto in questo caso avrebbero avuto un ruolo del tutto marginale. Tuttavia il provvedimento, secondo l'economista Franco Bruni, intervistato da Finanza e Mercati, "va nella direzione giusta", anche se arriva in ritardo. Perché "si tratta di una complicazione in più per chi specula", anche se non è "un deterrente sufficiente". La vera soluzione, a parere quasi unanime degli osservatori, viene infatti da Roma (maggiore chiarezza sulla manovra finanziaria che deve essere approvata il prima possibile) e da Bruxelles, che ancora non ha trovato una soluzione convincente alla crisi del debito nell'area Euro.

Links

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:
  • Promotori, mettete un po
    16/01/2014 Promotori, mettete un po' di energia nei portafogli Molti mercati energetici sono ancora all'inizio di un nuovo ciclo di crescita e presentano i presupposti per un buon 2014, spiegano Roberto Cominotto e Evelyne Pflugi gestori del fondo JB Energy Transition di Swiss & Global AM
  • Fondi comuni, in Europa tornano in voga i "bond"
    16/01/2014 Fondi comuni, in Europa tornano in voga i "bond" Secondo i dati resi noti da Efama, il taglio dei tassi della BCE ha supportato le vendite di fondi obbligazionari e quelli a lungo termine.
  • Allarme remunerazione per i pf. Le reti dicono "no" a Bankitalia
    16/01/2014 Allarme remunerazione per i pf. Le reti dicono "no" a Bankitalia I promotori finanziari dicono no allo stipendio "bloccato" per legge. A rischio la remunerazione che potrebbe avere un tetto rigido simile a quello dei dipendenti bancari. Assoreti scende in campo, sostenuta dalle parole dell'Esma
  • Asia, il 2014 è l
    15/01/2014 Asia, il 2014 è l'anno del cavallo Il 2014 che hanno sarà per i mercati asiatici? Se lo chiede Karine Hirn, founding partner di East Capital
  • Consulenza: la Ue dice sì al divieto di incentivo
    15/01/2014 Consulenza: la Ue dice sì al divieto di incentivo Raggiunto l'accordo politico sul testo della MiFID II tra Parlamento, Consiglio e Commissione europea. Il divieto di ricevere commissioni ristretto ai soli consulenti "indipendenti". La palla ora passa all'Esma

Le ultime da Advisor Professional

Ecco come si origina l'effetto sorpresa sui mercati

Nella Lezione di oggi del professor Paolo Legrenzi, l’elezione a presidente di Donald Trump letta attraverso il prisma delle emozioni: superbia, ig...

Continua a leggere...

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: