Borse: grandi investitori americani pronti a vendere

La riduzione dell'esposizione azionaria da parte dei fondi pensione, asset manager e compagnie assicurative in Europa sarà minore
02/02/2016 | Massimo Morici

Dopo i grandi fondi sovrani,le prossime ondate di vendite nelle Borse internazionali proverranno dal Nord America, dove i grandi investitori istituzionali (fondi pensione, asset manager, fondazioni e compagnie assicurative) sono pronti a scaricare una parte degli investimenti in azioni che hanno ancora in portafoglio.

Da un ultimo studio condotto da BlackRock su 170 importanti clienti istituzionali a livello globale che gestiscono un patrimonio complessivo di 6.600 miliardi di dollari (qui i risultati della ricerca in dettaglio anticipati la scosa settimana su AdvisorOnline.it), risulta che la metà degli investitori istituzionali nord americani (Usa e Canada) è pronta a ridurre la propria esposizione azionaria, mentre nell’area EMEA, che comprende l’Europa, la riduzione sarà di minore entità, con solo il 28% dei clienti del colosso americano che conta di diminuire rispetto a un 24% pronto ad aumentare.

A livello mondiale la percentuale degli investitori istituzionali pronti a ridurre l’esposizione all’equity sale al 33%, mentre quelli che scommettono ancora sull’equità sono poco più della metà (18%). Come gestiranno le esposizioni azionarie nei prossimi mesi. Alla domanda su come intendono gestire le esposizioni azionarie, il 25% dei clienti istituzionali ha affermato che prevede di aumentare l’esposizione verso i gestori attivi, rispetto al 16% che intende incrementare le posizioni indicizzate.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.