NN Investment Partners: trimestrali Usa incoraggianti

Sono poche le società che finora hanno riportato un impatto negativo sulle proprie attività a causa delle tariffe commerciali e questo è un dato incoraggiante
01/08/2018 | Redazione Advisor

La stagione delle trimestrali estive arriva a conclusione di mesi concitati in fatto di poltiche commerciali. Ma i risultati sembrano non risentire del conflitto fatto esplodere dalle dichiarazioni del Presidente Trump e il 90% delle società riporta utili oltre le attese.

Patrick Moonen, principal strategist multi ssset di NN Investment Partners allargando lo spettro dell'analisi guarda all'Europa si registra che: "Il quadro è stato meno impressionante a seguito dei report di circa un quinto delle società. La variazione media delle vendite è stata nulla mentre quella degli utili è stata negativa per circa il 4%, il dato più debole da due anni. Solo il 44% delle aziende ha battuto le proprie stime sugli utili".

 

E prosegue l'esperto: "Negli Stati Uniti i driver positivi sono una forte crescita interna (in rialzo del 4%), il dollaro più basso e l’incremento del 47% rispetto al secondo trimestre 2017 del prezzo medio del petrolio, che ha contribuito a un aumento del 29% delle vendite nel settore energetico".

 

Per quanto riguarda invece il terzo trimestre, l'influsso positivo proveniente dal dollaro più debole si affievolirà e anche la comparazione trimestrale con i prezzi dei metalli industriali diventerà meno favorevole. Nonostante ciò, conclude Moonen: "E' incoraggiante che davvero poche società finora abbiano riportato un impatto negativo sulle proprie attività dalle tariffe commerciali".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.