Gestore della settimana: "Ecco come l'IA può aiutare il risparmio gestito"

AllianzGI è reduce dal suo primo Hackathon. Per Thorsten Heymann l'uso dell'apprendimento automatico e degli alternative data può contribuire a generare alfa
10/12/2018 | Massimo Morici

AllianzGI è reduce dal suo primo Hackathon, un evento al quale partecipano esperti di diversi settori dell'informatica: sviluppatori di software, programmatori e grafici. L'intelligenza artificiale (AI) è una tecnologia trasformativa che può svolgere un ruolo fondamentale anche nell'asset management , se sfruttata nel modo corretto. "L'Hackathon è un'opportunità unica per avere una visione significativamente migliore di ciò che sta accadendo nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale. Pertanto, l’aver ospitato questo Hackathon rappresenta un'importante pietra miliare nella nostra strategia di trasformazione digitale. In qualità di gestore attivo e innovativo, mettiamo costantemente in discussione le procedure delle nostre scelte di investimento" spiega ad AdvisorOnline.it Thorsten Heymann (nella foto), managing director global head of strategy di Allianz Global Investors. 

Come può interagire AI e Alternative Data con i normali processi utilizzati nell'analisi delle asset class?
L'uso corretto dell’AI, dell’apprendimento automatico e degli alternative data - come i social media, ricerche web, notizie, blog e persino immagini satellitari - potrebbe contribuire a generare ulteriore potenziale alfa e produrre migliori risultati di portafoglio. Siamo già abituati a sfruttare positivamente queste nuove tecnologie per ottenere maggiori informazioni, con un occhio di riguardo all'utilizzo dell'intelligenza artificiale per rendere più efficienti le nostre tecniche di costruzione del portafoglio. L'intelligenza artificiale può potenzialmente aumentare il riconoscimento dei modelli e la nostra capacità di identificare anomalie in grandi set di dati, estraendo in tal modo segnali rilevanti anche da dati non strutturati come testi e immagini. La start-up vincente in questo caso d’uso specifico, "CausaLens" di Londra, è stata in grado di convincerci con una vasta serie di dati aggiuntivi e l'identificazione di modelli di intelligenza artificiale su misura per migliorare le previsioni dello sviluppo delle asset class. Ci aspettiamo che rivelino rapporti più determinanti e funzionali di rilevanza per il rischio e il rendimento delle asset class, in modo da poter ulteriormente migliorare i nostri modelli quantitativi. Queste tecnologie aiutano a elaborare automaticamente le informazioni rilevanti, a migliorare maggiormente l'accuratezza delle nostre stime e ad ottimizzare il nostro processo di investimento al fine di generare migliori performance di investimento per i nostri clienti.

Quali sono i limiti della gestione attiva e come l'IA può aiutare un gestore attivo a superarli? L'integrazione dell'AI nei nostri processi di investimento è in linea con il nostro brand promise "Active is". Tutti questi sforzi dovrebbero portare a elaborare un'azione o un'opinione diversa dal mercato. Con l'uso dell'AI, il nostro obiettivo è quello di ricavare informazioni da dati complessi e renderli disponibili per i nostri gestori di portafoglio, portando infine a un insieme unico di portafogli che ci differenziano dal market portfolio. La finanza comportamentale ci insegna che modelli umani e cognitivi come l’”anchoring” possono avere effetti positivi o negativi sul successo finanziario. Pur avendo già un complesso processo di investimento per promuovere gli effetti positivi e mitigare quelli negativi, cerchiamo sempre di migliorarci ulteriormente. Essentia Analytics, basata a Londra, è specializzata nell'individuazione di biases specifici basati su un'analisi comportamentale fondata su dati. Siamo curiosi di vedere come questi servizi possano integrare i nostri processi di gestione attiva e aiutarci a generare "alpha" (rendimento degli investimenti superiore alla media del mercato) per i nostri clienti. Una volta impostato il modello complesso, l'analisi aiuterà i nostri gestori di portafoglio a replicare le loro azioni e a migliorare costantemente.

AllianzGI utilizza già un processo di analisi di dati e informazioni privato (Grassroots). Che cosa può aggiungere l'IA e l'Alternativa Data e come integrare questi modelli?
Riteniamo che una ricerca fondamentale e indipendente sia molto importante per creare una sovra performance sostenibile. Pertanto, utilizziamo una piattaforma di ricerca globale che offre informazioni per le nostre scelte di investimento e aiuta i nostri clienti a capire i mercati. Il nostro impegno nella ricerca ci consente di sviluppare intuizioni globali, promuovendo al contempo un pensiero indipendente su tutte le classi di asset. Per arricchire ulteriormente questo approccio, abbiamo scelto le soluzioni di Diffbot a supporto della nostra apprezzata Grassroots® Research. Diffbot è una giovane start-up tecnologica statunitense particolarmente esperta nell’estrazione di dati da web (web-scraping) e nell'elaborazione di dati basata sull’AI. Le loro capacità di analisi ed elaborazione del linguaggio promettono di essere un valido aiuto per la Grassroots® Research per definire una raccolta di informazioni digitali alternative e automatizzate al fine di integrare l’attuale network di ricerca umana.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.