MPS, semestre in rosso per 1,09 miliardi

Nello stesso periodo del 2019 l'utile era di 93 milioni. Il risultato sconta un secondo trimestre del 2020 in negativo per 845 milioni
06/08/2020 | Redazione Advisor

Monte dei Paschi di Siena chiude il primo semestre dell'anno con una perdita di 1,09 miliardi di euro, a fronte dell'utile di 93 milioni registrato nello stesso periodo del 2019. Il risultato del semestre, emerge da una nota, sconta un secondo trimestre in rosso per 845 milioni di euro, appesantito dalla svalutazione delle dta (attività fiscali differite) per 476 milioni, da componenti non operative negative per 384 milioni e da rettifiche su crediti addizionali per 107 milioni.

Lo scorso 31 luglio, come si legge sull'Ansa, sono arrivate alla banca "ulteriori richieste stragiudiziali per 3,8 miliardi di euro da parte della Fondazione Mps". Lo comunica la banca nella nota sui conti semestrali, sottolineando che, dopo tale iniziativa, il petitum delle sole "richieste stragiudiziali" è salito a 4,8 miliardi di euro. "Rispetto a tali iniziative - spiega la nota - la banca esprime opinioni critiche rispetto alle tesi sostenute. Gli argomenti a supporto di tale interpretazione verranno sviluppati compiutamente nella risposta che sarà inviata alla Fmps. La Banca si riserva ogni azione a tutela del proprio patrimonio".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.