Gestito, l'industria sfonda quota 100 miliardi

Secondo i dati di Assogestioni, a luglio la raccolta è stata di 9 miliardi, portando il risultato da inizio anno a 105 miliardi. A livello societario, regina del mese Intesa Sanpaolo, seguita da UBI Banca e Anima Holding
08/09/2015 | Alessandro Chiatto

Il risparmio gestito cresce anche a luglio. Secondo quanto riportano i dati di Assogestioni, l'industria ha superato i 9 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 7,8 miliardi di giugno, e portando il risultato da inizio anno a superare i 105 miliardi. Le gestioni collettive hanno raccolto 7,9 miliardi, mentre le gestioni di portafoglio 1,1 miliardi. 

 

Nel dettaglio dei fondi aperti, che hanno raccolto 7,9 miliardi, le preferenze degli investitori si concentrano principalmente sui fondi flessibili (5,2 miliardi), poi sugli azionari (899 milioni) e sui bilanciati (434 milioni). I fondi monetari hanno raccolto 1,4 miliardi di euro. I fondi di diritto estero raccolgono 5,8 miliardi, mentre i fondi di diritto italiano poco più di 2 miliardi. 

 

A livello societario, il gruppo Intesa Sanpaolo è la regina del mese con una raccolta di 2,6 miliardi. Da segnalare, come sempre, la performance di Eurizon Capital, che raccoglie 1,96 miliardi, di cui 1,13 miliardi in soli fondi aperti. Al secondo posto troviamo UBI Banca, con una raccolta pari a 2,1 miliardi (1,9 miliardi le gestioni di portafoglio istituzionali). Chiude il podio Anima Holding, con una raccolta pari a 1,12 miliardi (1,05 miliardi la raccolta in fondi aperti). 

 

Per quanto riguarda le noti dolenti, vedono prevalere i deflussi Credit Suisse (-111,6 milioni), Arca (-152 milioni), Franklin Templeton (-177 milioni) e Iccrea (-220,5 milioni). 

 

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.