Fondi europei, investitori fiduciosi ma con cautela

Nel mese di luglio i fondi aperti hanno raccolto 109 miliardi di euro, e oltre la metà dei flussi è confluita negli strumenti monetari. Il report mensile di Efama
30/09/2020 | Paola Sacerdote

Luglio molto positivo per la raccolta dell'industria europea del risparmio gestito, che secondo i dati pubblicati da Efama ha visto un'ulteriore accelerazione a 124 miliardi di euro rispetto ai 108 miliardi di giugno.

 

La crescita è stata guidata dai fondi aperti, nei quali sono confluiti investimenti netti pari a 109 miliardi di euro, in aumento dai 100 miliardi di giugno, e di questi 50 miliardi si sono riversati nei fondi a lungo termine, in calo dai 52 miliardi del mese precedente. Scendendo nel dettaglio delle singole asset class, i fondi obbligazionari hanno raccolto 22 miliardi di euro, in calo dai 30 miliardi di euro di giugno, seguiti dai fondi azionari che hanno raccolto 13 miliardi (rispetto ai 17 miliardi del mese precedente). In controtendenza i fondi multi-asset, che hanno registrato investimenti netti in forte aumento a 13 miliardi di euro dai 3 miliardi di giugno.

 

In aumento anche i flussi nei fondi monetari, nei quali si sono riversati investimenti per 59 miliardi di euro, rispetto ai 48 miliardi del mese precedente, e nei fondi alternativi (AIF), che hanno raccolto 15 miliardi di euro, più del doppio di giugno, quando i flussi si erano attestati a 7 miliardi.

 

"I solidi afflussi netti negli organismi d'investimento collettivo a lungo termine indicano la fiducia generale degli investitori sulle prospettive di investimento nl corso del mese di luglio, nonostante i rischi posti dalla crisi legata al Covid-19" ha commentato  Bernard Delbecque, senior director for economics and research di Efama. "Allo stesso tempo, gli investimenti netti sostenuti nei fondi del mercato monetario confermano che tra gli investitori è prevalso un certo grado di cautela".

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.