Fondi europei, deflussi record dai fondi monetari

Secondo i dati rilevati da Efama nel mese di febbraio la raccolta è stata invece molto positiva per i fondi di lungo termine, che hanno raccolto 88 miliardi di euro
26/04/2021 | Paola Sacerdote

Anche il mese di febbraio si chiude in positivo per l’industria europea del risparmio gestito, in un mese che ha visto un buon interesse da parte degli investitori per gli asset di rischio e di converso forti deflussi dai fondi monetari. Secondo il report mensile di Efama, che analizza l’andamento degli investimenti nei fondi Ucits e dei fondi alternativi (AIF), la raccolta complessiva di questi strumenti si è attestata a 38 miliardi di euro, in rallentamento rispetto al mese precedente, che aveva registrato investimenti per 83 miliardi di euro.

 

Scendendo nel dettaglio delle tipologie di strumenti, nel mese di febbraio i fondi aperti hanno registrato afflussi netti pari a 34 miliardi di euro, circa la metà rispetto al mese precedente, che aveva visto una raccolta pari a 66 miliardi di euro. Nell’ambito dei fondi Ucits, gli strumenti di lungo termine (esclusi quindi i fondi monetari), hanno raccolto 88 miliardi di euro, rispetto agli 83 miliardi di gennaio.

 

A livello di asset class, gli investitori hanno privilegiato ancora i fondi azionari, che hanno raccolto 52 miliardi di euro, in leggero calo rispetto ai 52 miliardi del mese precedente. I fondi obbligazionari hanno raccolto 22 miliardi di euro, più o meno in linea con il mese precedente che aveva visto afflussi per 23 miliardi, mentre torna un buon interesse per i fondi multi asset, che dopo i 4 miliardi di gennaio, a febbraio hanno registrato investimenti netti per 10 miliardi di euro.

 

Andamento diametralmente opposto per i fondi monetari, che proseguono la serie negativa e dopo aver registrato a gennaio deflussi per 17 miliardi di euro, nel mese di febbraio hanno visto disinvestimenti netti per 54 miliardi di euro.

 

Quanto ai fondi alternativi, la raccolta nel mese si è fermata a 3 miliardi di euro, un risultato positivo anche se in netto calo rispetto ai 17 miliardi raccolti nel mese precedente.

 

Come rilevato da Efama, l’asset under management complessivo dell’industria europea dei fondi aperti e dei fondi alternativi è aumentato dello 0,6%, raggiungendo a fine febbraio la quota di 19.096 miliardi di euro.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.