Enasarco: contributi previdenziali agevolati per i CF under 30

La nuova misura è prevista per tutti i professionisti che, nel triennio 2021-2023, si iscrivano per la prima volta alla Fondazione
05/03/2021 | Redazione Advisor

Dal primo gennaio 2021 è in vigore il regime contributivo agevolato in favore dei giovani consulenti finanziari che hanno un’età minore o uguale a trent’anni alla data di conferimento dell’incarico di agenzia.

Come si legge su anasf.it, la nuova misura è prevista per tutti i professionisti che, nel triennio 2021-2023, si iscrivano per la prima volta alla Fondazione o, essendo già stati iscritti, si vedano conferire un nuovo incarico di agenzia dopo oltre tre anni dalla cessazione dell’ultimo rapporto di agenzia. L’incentivo è concesso in via sperimentale per un massimo di tre anni solari consecutivi a decorrere dall’anno in corso alla data di prima iscrizione ovvero al giorno di conferimento del nuovo incarico. Tale espressione viene intesa in senso generale quale sinonimo di anni di calendario, ovvero con inizio il 1° gennaio e termine il 31 dicembre.

L’agevolazione contributiva per i giovani consulenti finanziari comporta la riduzione sia dell’aliquota contributiva che dei minimali contributivi. In particolare, l’aliquota previdenziale agevolata nel primo anno sarà pari all’11%, nel secondo anno al 9% e nel terzo anno al 7%, in luogo dell’attuale aliquota del 17% a cui tutti i consulenti finanziari sono soggetti.

Inoltre il contributo previdenziale è per metà a carico della società di appartenenza e per l’altra metà a carico del consulente finanziario giovane, portando così le effettive percentuali a carico di quest’ultimo al 5,5%, 4,5% e 3,5%. Il minimale contributivo è ridotto del 50% per ogni anno solare compreso nell’agevolazione.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.