Azimut, obiettivo PMI con Futurimpresa

Il gruppo sale al 100% della SGR specializzata in fondi alternativi e annuncia l'avvio di nuovi strumenti per il prossimo anno.
01/08/2017 | Redazione Advisor

"Il nostro obiettivo è rilanciare l'intera iniziativa Libera Impresa facendo di Futurimpresa la piattaforma del gruppo dedicata agli investimenti del non quotato, che da una parte aiuti a crescere le imprese, dalle start up alle pmi, e dall'altra permetta ai nostri consulenti finanziari di offrire ai clienti opportunità di investimenti alternativi con cui generare rendimenti". Con queste parole Sergio Albarelli (nella foto), amministratore delegato di Azimut, commenta in un'intervista rilasciata a MilanoFinanza, l'operazione che ha visto il gruppo rilevare dalle Camere di commercio di Milano, Bergamo, Brescia e Como il 45% del capitale di Futurimpresa SGR, salendo così al 100% della società specializzata in fondi alternativi.

 

All'inizio del 2015 Azimut era entrata in Futurimpresa con una quota del 55% e aveva avviato il progetto dedicato allo sviluppo di sinergie imprenditoriali nel settore degli investimenti nelle pmi per sostenerne promozione e sviluppo. Con questa operazione l'obiettivo è quindi rafforzare quest'area di business e l'a.d. Albarelli annuncia per il 2018 il lancio di nuovi prodotti: "Abbiamo in pipeline per il 2018 il lancio di nuovi fondi alternativi che ci portereanno a essere tra i principali operatori in questo segmento sostenendo le imprese del territorio", conclude il manager.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.