Fondi comuni: in Europa vincono i bond

Gli investitori si sono già posizionati in modalità risk-off. Questo quanto emerge dall'ultimo report di Refinitiv (ex Lipper) sulla raccolta globale
27/03/2020 | Marcella Persola

Come era naturale aspettarsi già dal mese di febbraio a livello globale gli investitori si sono posizionati in modalità “risk off”. È questo quanto emerge dall’ultimo report pubblicato da Refinitiv (ex Lipper) che mette in evidenza come nel mese di febbraio la raccolta netta globale sua stati di 22,5 miliardi.

In particolare, gli investitori hanno optato per la categoria dei fondi obbligazionari che ha registrato 30,4 miliardi di afflussi mentre l’azionario globale è stata la seconda categoria con 6,7 miliardi.

 

Tra le società che sono state premiate dagli investitori PIMCO è quella che ha ottenuto la raccolta maggiore con 2,9 miliardi seguita da Goldman Sachs con 2,6 miliardi e Fidelity con 2,5 miliardi.

Tra i fondi più collocati invece c’è Amundi CA 12/03/2020 che ha generato afflussi per 4,2 miliardi.

 

Detlef Glow, responsabile Lipper della ricerca EMEA presso Refinitiv ha commentato: "Gli investitori europei sono passati in modalità risk-off a febbraio a causa delle incertezze legate dallo scoppio del Coronavirus in Cina e dalla rispettiva maggiore volatilità sui mercati azionari globali. Ciononostante, i fondi comuni di investimento a lungo termine hanno registrato una raccolta netta mensile.

 

"I fondi obbligazionari (+30,4 miliardi) sono stati la tipologia di attività più venduta nel segmento dei fondi comuni di investimento a lungo termine, seguiti dai fondi misti (+6,2 miliardi), dai fondi di materie prime (+1,0 miliardi) e dagli "altri" fondi (+0,1 miliardi). Per contro, i fondi azionari (-1,4 miliardi di euro), i fondi immobiliari (-2,3 miliardi di euro) e i fondi OICVM alternativi (-4,3 miliardi di euro) hanno dovuto far fronte a deflussi. Questi flussi di fondi si sono sommati a un afflusso netto complessivo di 29,8 miliardi di euro in fondi d'investimento a lungo termine per il mese di febbraio. Gli ETF hanno contribuito a questi flussi con un afflusso di 3,2 miliardi di euro" conclude Glow.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.