Fondi comuni, la rivincita dell'equity

Dall'analisi di Refinitiv emerge che nel primo trimestre del 2021 i fondi attivi azionari sono stati quelli che hanno ricevuto i maggiori afflussi. Flop dei monetari
12/05/2021 | Marcella Persola

Non conosce crisi l’industria dei fondi europea. Anzi nel primo trimestre del 2021 la raccolta netta, secondo i dati elaborati da Refinitiv, è stata pari a 118,3 miliardi di euro, nettamente superiore a quella registrata dagli ETF (49,4 miliardi). In particolare, sono stati i fondi azionari, quelli che hanno registrato i maggiori afflussi (120,8 miliardi) e tra questi sono stati proprio i fondi azionari globali ad essere quelli più collocati (52,8 miliardi). Seguono i fondi obbligazionari (+35,7 miliardi di euro), i fondi misti (+28,6 miliardi di euro), i quelli che investono in materie prime (+3,7 miliardi di euro).

 

In generale, si può affermare che gli investitori europei sembrano essere tornati in modalità risk-on poiché i fondi del mercato monetario (-66,5 miliardi di euro) hanno registrato deflussi complessivi, rispetto a quanto accaduto esattamente un anno fa, quando erano tra la categoria più allocata. Nel frattempo, i prodotti d'investimento a lungo termine hanno registrato afflussi stimati di 184,7 miliardi di euro.

 

Detlef Glow, Head of EMEA Research di Refinitiv Lipper, ha commentato: "Nonostante il deterioramento della situazione per quanto riguarda la pandemia di COVID-19 in alcune parti d'Europa, il primo trimestre del 2021 è stato un trimestre positivo per l'industria europea dei fondi. Poiché l'andamento generale dei flussi in Europa si è ulteriormente normalizzato, gli investitori in Europa hanno continuato ad essere in modalità risk-on”.

In questo contesto, il patrimonio in gestione è salito da €12,3 trilioni (al 31 dicembre 2020) ai €13,7 trilioni alla fine del 1° trimestre 2021.

 

I fondi azionari si sono distinti anche per un altro motivo. Se nel corso del primo trimestre dell’anno si è assistito a una liquidazione di circa 272 fondi e la fusione di altri 119, la categoria azionaria è stata quella che ha visto sia il maggior numero di chiusure (101) sia il maggior numero di fusioni (57), ma anche il maggior numero di lanci. Se a livello globale sono stati lanciati 491 fondi (portando in positivo di 100 il numero complessivo dei fondi primari), quelli azionari sono stati la maggior parte, ossia 202.

 

Tra le società attive, BlackRock  è al top nel primo trimestre con 26,4 miliardi di euro di afflussi davanti a UBS (+12,8 miliardi di euro), JPMorgan (+10,5 miliardi di euro), Vanguard Group (+9,3 miliardi di euro) e Allianz (+7,5 miliardi di euro).

 

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.