avatar

06/05/2020

Cairn Capital raccoglie 115 milioni da due investitori istituzionali

di Redazione AdvisorPrivate

Highlights
  • Il Cairn European Loan Fund, lanciato nel gennaio 2017, ha raggiunto così 380 milioni di masse in gestione, incluso il nuovo capitale in ingresso
La News

Cairn Capital annuncia di avere raccolto 115 milioni di euro di capitale per il Cairn European Loan Fund da due primari investitori istituzionali. Entrambi gli investitori avevano già un’esposizione verso il fondo prima del sell-off di marzo e hanno incrementato la propria partecipazione. Il Cairn European Loan Fund, lanciato nel gennaio 2017, ha raggiunto così 380 milioni di masse in gestione, incluso il nuovo capitale in ingresso.

Il fondo, gestito da Andrew Burke (cio) e da Loic Prevot (portfolio manager), investe soprattutto in prestiti sindacati a tasso variabile, senior secured, per la maggior parte emessi a grandi società europee non-investment grade, investendo opportunisticamente anche in crediti del segmento mid-market, subordinati e/o PMI con interessanti profili di rischio-rendimento. Il loan team di Cairn Capital investe nel mercato del credito europeo dal 2006 e da allora ha investito in aggregato oltre 9 mld di euro, in più di 1.200 strumenti e 480 emittenti. 

Andrew Burke, cio di Cairn Capital ha dichiarato: “Il fondo ha assunto una posizione difensiva nella crisi legata al COVID-19. L’acquisizione del nuovo capitale permetterà al fondo di ben posizionarsi nella ricerca di nuove opportunità e dislocazioni nell’attuale contesto. Il mercato in questo momento prospetta delle interessanti opportunità di investimento e il fondo ha una capacità importante per accogliere ulteriori sottoscrizioni.”

Nicholas Chalmers, ceo di Cairn Capital ha dichiarato: “Siamo soddisfatti della fiducia riposta dagli investitori nei nostri confronti in questo periodo difficile, e siamo lieti di potere crescere e rafforzare la relazione con due primari investitori istituzionali nell’ambito di una strategia che è centrale per la nostra società.”

Ti interessa questo argomento? Leggi anche:

PENSATI PER TE:

ISCRIVITI

Iscriviti qui alle newsletter, inserendo il tuo indirizzo e-mail: