ELTIF, il cambiamento normativo stimola la domanda

Le preoccupazioni degli investitori hanno ostacolato i fondi di investimento europei a lungo termine. Secondo l'ultimo report di Cerulli Associates la domanda dovrebbe crescere a patto che…
07/07/2021 | Lorenza Roma

La domanda di fondi di investimento europei a lungo termine (ELTIF) dovrebbe crescere, a condizione che vengano apportate le modifiche necessarie al quadro di investimento collettivo. È quanto emerge dall'ultimo numero del Cerulli Edge-Global Edition di Cerulli Associates

 

L'ELTIF è stato introdotto nel 2015, ma non ha ottenuto molto successo nei paesi membri, ad eccezione dell'Italia. Secondo Cerulli Associates, il successo degli ELTIF sarà determinato in gran parte dall'esito di una consultazione della Commissione europea, avviata lo scorso anno.

 

"Saranno necessari cambiamenti per rendere gli ELTIF un prodotto di prima scelta nei mercati dell'UE", afferma Fabrizio Zumbo, direttore associato, ricerca europea sulla gestione patrimoniale e patrimoniale di Cerulli Associates. “Uno di questi cambiamenti consisterebbe nel convertire l'ELTIF in una struttura aperta, accanto a quella chiusa esistente, rimuovendo le attuali limitazioni al suo ciclo di vita, introducendo termini di rimborso appropriati e includendo adeguati strumenti di gestione della liquidità. Sia l'European Fund and Asset Management Association che l'European and Securities Markets Authority hanno chiesto questo cambiamento”.

 

Dal report di Cerulli Associates emerge che il chiarimento di alcuni aspetti dell'ammissibilità dei beni reali incoraggerebbe anche l'attività di sviluppo dei prodotti ELTIF nei principali Stati membri. La maggior parte degli ELTIF si concentra attualmente sul debito e sui prestiti privati, piuttosto che su beni reali o private equity.

 

Le banche private globali con reti di distribuzione in più paesi saranno probabilmente i principali motori della domanda di ELTIF. Il trattamento fiscale degli ELTIF è motivo di preoccupazione per alcune banche private. In Italia, un nuovo vantaggio fiscale per gli investitori italiani che utilizzano gli ELTIF ha alimentato l'autorizzazione di fondi alternativi ELTIF piani individuali di risparmio (PIR) nel paese dall'inizio del 2021. Inoltre, può essere rischioso offrire ELTIF a investitori meno sofisticati che potrebbero non capirli, quindi le banche private che distribuiscono tali prodotti devono enfatizzare l'istruzione.

 

"I gestori di fondi che stanno prendendo in considerazione il lancio di ELTIF nei prossimi 12-24 mesi dovrebbero dare la priorità a infrastrutture, beni immobili e fondi di private equity che si concentrano sugli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”, ha sottolineato Zumbo.

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.