Banca Finint, entra Massimo Bianchi

Si occuperà dello sviluppo del business con particolare riferimento a nuovi prodotti e servizi per le financial institutions
17/11/2022 | Redazione Advisor

Il Gruppo Banca Finint annuncia l’ingresso di Massimo Bianchi come Head of Business Development Financial Institutions all’interno della direzione CIB di Banca Finint, a diretto riporto di Luigi Bussi, responsabile della direzione. La nomina si inserisce nell’ottica di un ulteriore sviluppo del Gruppo Banca Finint, già avviato nei mesi scorsi con l’attribuzione a Luciano Colombini delle deleghe per i rapporti con i clienti corporate del Gruppo, con l’avvio della collaborazione con Salvatore Rebecchini e Gianni Gajo e con la nomina di Vera Veri come nuova Head of Investment Banking Origination.

Massimo Bianchi si occuperà dello sviluppo del business con particolare riferimento a nuovi prodotti e servizi per le financial institutions, oltre a consolidare ambiti come quello dei servizi alle cartolarizzazioni nei quali Banca Finint occupa già posizioni da leader di mercato. Massimo Bianchi proviene da Simest Spa dove dal 2020 ha ricoperto il ruolo di Chief Business Officer.  Una laurea in Economia e Finanza, presso l’Università Sacro Cuore di Milano, dopo alcune esperienze nel settore del Corporate Banking e del Venture Capital nel 1997 entra nel Gruppo Intesa Sanpaolo in qualità di Director Fixed Income Team.

Nel 2000 approda in Unicredit con il ruolo di Global Head of Debt Capital Markets e, da luglio 2005 a dicembre 2017, ricopre l’incarico di Head of FIG DCM per Société Générale–Corporate Investment Banking, consolidando la già vasta esperienza nel segmento delle securitization e nella strutturazione di strumenti finanziari di debito. Nei due anni precedenti l’incarico in Simest è stato partner, membro del consiglio di amministrazione e Chief Strategy Officer di Epic SIM Spa (oggi AzimutDirect Spa).

Hai trovato questa news interessante?
CONDIVIDILA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Vuoi rimanere aggiornato e ricevere news come questa?
Iscriviti alla nostra newsletter e non perderti tutti gli approfondimenti.